Salva la Moka con un PIC

Una piccola distrazione e la Moka è da buttare. Così si è ridotta la mia amata caffettiera dopo averla dimenticata qualche minuto di troppo sul fornello :-(

A seguito di questa tragedia, ho deciso di realizzare un piccolo contatempo, semplice da usare e senza troppi fronzoli.

Detto fatto! In realtà ci ho messo un paio di giorni :-)

Dai cassettini del laboratorio, ho recuperato un PIC16F616, un buzzer, un paio di porta pile, un pulsante e una scatolina di quelle che ti forniscono per la campionatura dei microcontrollori.

In un primo momento avevo scelto un PIC12F675, poi sono passato al 16F616 che ha il doppio di memoria. Questo perché ho pensato di riprodurre delle melodie al posto del classico bip-bip…

Come si può vedere dallo schema elettrico, i componenti sono ridotti al minimo indispensabile: Schema elettrico

Nel caso qualcuno volesse cimentarsi nella realizzazione del circuito, faccio notare che nello schema è indicato un diodo LED che si illumina alla pressione del tasto; io non l’ho montato, ma nel caso, bisogna inserire in serie una resistenza di limitazione della corrente.

OK, ora un po’ di caratteristiche e la spiegazione del funzionamento.

Caratteristiche:

  • Il PICè alimentato direttamente a 3V, non è presente un interruttore sull’alimentazione in quanto resta sempre in Sleep mode assorbendo pochi nano Ampere. Il PIC si sveglia solo alla pressione del pulsante grazie alla funzione di wake-up  sulla porta A (interrupt on change).
  • Il pulsante è collegato direttamente alla porta del PIC che internamente è dotata di pull-up. Quindi non c’è bisogno di inserire una resistenza esterna.
  • Anche il buzzer è collegato direttamente in quanto funziona tranquillamente a 3V. **ATTENZIONE** il buzzer deve essere del tipo senza oscillatore interno, questo perché le frequenze per le note musicali vengono generate direttamente dal PIC.
  • Il firmware è scritto in MikroC e occupa meno di 2 KB, quindi si può tranquillamente compilare con la versione free, scaricabile a questo indirizzo: MikroC Pro for PIC

Funzionamento:

Il conteggio viene attivato nel momento in cui si preme il pulsante. Premendolo più volte, è possibile selezionare quattro diversi tempi di intervento che saranno segnalati da altrettanti BIP. I tempi sono fissi, per poterli modificare bisogna cambiare i valori all’interno del firmware. Alla quinta pressione del pulsante, viene generato un tono più acuto che indica lo spegnimento del circuito.

Terminato il count-down viene eseguita la melodia associata al programma selezionato e il circuito si spegne.

Questo è il codice sorgente: moka.c

Infine, un paio di foto dell’oggetto finito.

Ora vado a farmi un buon caffè :-D  

Con le parole chiave , , , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

3 reazioni a Salva la Moka con un PIC

  1. novalis ha scritto:

    Un vero genio! :)

  2. Ahmad Atallah ha scritto:

    Saluti
    una idea fantastica ,
    col vostro Permesso , vorrei introdurrlo ai miei Studenti come esempio di un Progetto practico .

    Ahmad Atallah
    Palestinese in Giordania ( Medio Oriente)

  3. Cigolino ha scritto:

    Grazie Ahmad e benvenuto sulla mia pagina.
    Il progetto può essere liberamente replicato e modificato senza alcun vincolo. Se vuole, mi farebbe molto piacere conoscere in che modo i suoi studenti riusciranno magari a implementare nuove funzioni in questo piccolo progettino :-)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>